La storia di Fraglia Vela Malcesine



ULTIME NEWS

Sailing Team | Buona trasferta per gli Optimist ai campionati giovanili svizzeri

Si è disputato nelle scorse settimane il campionato svizzero di classi giovanili. All’evento organiz ...

Leggi tutto
Sailing Team | Che bravi i nostri giovani velisti, doppia vittoria a Crotone

E’ stata una festa a tutti gli effetti la 32a edizione della Coppa Primavela, regata giovanile dedic ...

Leggi tutto
Trofeo Simone Lombardi 2017

Una festa con numeri da record e un unico assente, nonché il principale invitato, il vento. Potremmo ...

Leggi tutto

PROSSIME REGATE

Laser Youth Easter Meeting

Classe Laser 4.7, Radial

MORE INFO
Zonale Laser

Classe Laser 4.7, Radial, Standard

MORE INFO
Zonale 420 e 29er

Classi 420 e 29er

MORE INFO
  • uno
  • due

La storia di Fraglia Vela Malcesine

"L'anno millenovecentoquarantasette, addì tre del mese di ottobre..." queste le prime parole scritte a mano ordinatamente su un foglio di grosso quaderno un pò strapazzato ed ingiallito dal tempo da Paolo ANDREIS, Giuseppe ANDREOLI, Carlo BENAMATI, Dino B. BENAMATI, Cristoforo BENAMATI, Walter BENAMATI, Alvise BERTUZZI, Conte Franco CAMPOSTRINI, dott. Danilo CHEMASI, Aldo CHIARAMONTI, Vittorio DA RE, Mario GIACOMAZZI, Avv. Gino LAGO, dott. Livio MARANGONI, Martino MARTINI, Umberto PERETTI COLO', Aldo PIFFERI, Guerrino PIFFERI e Antonio ZORZI, che hanno dato vita alla nostra Società che ha festeggiato da poco il suo 61° anniversario dalla fondazione, sessant' anni dedicati costantemente alla divulgazione dello sport velico, all'organizzazione di regate e alla partecipazione alle stesse con i propri atleti.

Quando nacque la Fraglia della Vela di Malcesine, la guerra era da poco finita e grande era il desiderio in tutti di ricostruire in ogni campo ciò che era andato perso nel gl'ancore dei bombardamenti. Soprattutto si voleva ricostruire il morale tornando ad occuparsi di cose piacevoli che la vita poteva donare, come attività distensive, sportive, senza la pretesa di strafare poiché i mezzi a disposizione non erano certo molti.
Fu così che, un gruppo di amici, legati dalla comune passione per la vela, decide di riunirsi per cercare di tradurre in realtà quello che era il desiderio di tutti: costituire una Società Velica.
L'accordo fu presto trovato e la comunanza di intenti diede origine alla "FRAGLIA DELLA VELA DI MALCESINE".
Viene eletto il primo Presidente ed il primo Consiglio Direttivo e si tiene una riuscitissima festa da ballo nella Sala dei Capitani per festeggiare, con gran concorso pubblico, la nascita della Fraglia.

Ai primi del 1948 viene acquistata una deriva, prima e gloriosa imbarcazione sociale, con la quale i soci furono in grado di approdare ad una nuova esperienza, quella di affrontare il vento ed il lago, dando il modo a tutti di festeggiare la nascita di questa giovane Società.
Sia pur giovane, il sodalizio viene riconosciuto ufficialmente dall'U.S.V.I. ed entra a far parte del gruppo ristretto di Società riunite nella Federazione Nazionale.

Ed ecco, perfettamente organizzata, la prima manifestazione: agosto 1948, prima regata sociale con imbarcazioni pescherecce in tre prove. Le barche sono le più disparate, le vele variopinte, rappezzate spiccano su un lago blu intenso con un vento teso e l'entusiasmo alle stelle.
Nel 1949 si decide di comprare una Star: è un passo importante, la Fraglia si arricchisce di una barca di Classe.
La vita sociale si sussegue con regolarità; gare sociali, elezioni, sedute di consiglio fino ad arrivare nel gennaio del 1951, quando si presenta l'opportunità di concretizzare un grande sogno, quello della Sede Sociale. Il neo - Consiglio Direttivo si interessa attivamente per la cessione di un tratto di lungolago di proprietà demaniale e il 29 giugno 1951 viene deliberato l'appalto dei lavori per la costruzione della nuova sede sociale alla ditta Giacomazzi nonché viene deliberato di costruire anche un pontile e l'installazione di una gru per l'alaggio delle imbarcazioni.
Disponendo ormai delle strutture necessarie, l'attività sportiva decolla; i primi atleti FVM ottengono ottimi piazzamenti alle 100 miglia del Garda con le Star e si consolida la formazione di una flotta che negli anni successivi dispone di ben sette Star.

Il primo "Calendario delle Regate", datato 1951, è il seguente:

1 luglio: regata sociale per imbarcazioni di stazza;
12 agosto: regata imbarcazioni tipo peschereccio;
25/26 agosto: Campionato del Garda per le classi Star, Snipe e Dinghy.

Si susseguono anni entusiasmanti: agosto 1954, viene organizzata la prima "Vela d'Argento"; luglio 1955, il primo Campionato Italiano per la classe Dinghy, ripetuto rispettivamente nel 1958 e nel 1962; nel 1965 il Campionato Italiano classe Finn. Nel 1967 sorge, a Malcesine, per la prima volta, una Scuola di Vela.
I velisti di punta dell’epoca sono quasi tutti timonieri della classe Dinghy 12 p.; ricordiamo infatti i fratelli Dino e Carlo Benamati, secondi classificati al Campionato Italiano del 1962 e Guerrino Pifferi che si aggiudicherà il titolo italiano nel 1973 a S. Margherita Ligure.
Negli anni ’70 e ’80 la Fraglia prosegue l’attività sportiva organizzando oltre alle consuete regate zonali riservate alle classi da regata diffuse a quel tempo, Dinghy 12 p., FJ, FD, Snipe, Star e Strale, anche regate nazionali e internazionali.
La vittoria dei fratelli Croce al Campionato Italiano Star del 1970, ripetuto poi nel 1982, è un pezzo della storia della vela italiana, ma una nota particolare và anche fatta per il Campionato Europeo di Primavera Classe Star del 1973 che, per Malcesine, all’epoca, fu un avvenimento veramente eccezionale; con lo scorrere degli anni troviamo: nel 1975 il Campionato Europeo Finn, nel 1977 l’ Italiano Strale; nel 1979 l’Europeo Finn e l’Italiano Snipe nel 1979, nel 1984 nuovamente l’Italiano Finn e nel 1986 l’Italiano Contender.
Il Campionato Italiano Dinghy 12 p. viene organizzato nuovamente nel 1971, 1974, 1975 e nel 1982. Fù proprio in questa ultima edizione che, il giovane Socio della Fraglia, Gianni Pifferi, vinse il titolo iridato con notevole scarto sul secondo classificato

A 25 anni dalla fondazione, la Fraglia Vela Malcesine approda ad un'esperienza impensabile fino a quel momento; partecipare alle Olimpiadi di Monaco (Kiel) nel 1972 con due suoi atleti, Flavio Scala e Mauro Testa, sulla Star. Il "team Scala" è protagonista non solo nelle classi olimpiche, ma anche nella vela d'altura, al timone di "Italia" nel 1983, infatti, partecipa all'America's Cup.
Nel 1991 a Cannes (Francia), un altro Socio FVM vince il Campionato del Mondo per eccellenza, si tratta del Mondiale Star, Roberto Benamati arriva a centrare questo obiettivo che lo porta di diritto a rappresentare l'Italia alle Olimpiadi del 1992 in Spagna a Barcellona. Negli anni successivi si laurea Campione Europeo e Campione Italiano ripetutamente, non solo sulla Star, ma anche su Asso99 e Libera.

Nel 1994 è il settore giovanile che entusiasma gli animi fragliotti: 3° posto di Mara Trimeloni al Campionato Italiano femminile e 5° posto per Ylena Carcasole al Campionato Europeo della classe Optimist. Le ragazze fanno ben sperare e infatti l'anno successivo, Ylena si laurea Campionessa Italiana Optimist. Nel 1996 cambia classe e, con a prua Mara Trimeloni, inizia un lungo ciclo di risultati di rilievo, come argento al Campionato Italiano 420 a Malcesine nel 1996; sempre secondo posto a Maccagno l'anno successivo e medaglia di bronzo al Campionato del 1998 a Bari. Successivamente si separano, Mara prosegue la sua avventura con il 470, mentre Ylena, con il 470/F entra a far parte della Squadra Olimpica Nazionale con la nuova compagna Gemma Fiorentino. Lasciato il 470/F al termine del 2001, proseguirà la sua avventura a prua dell’Yngling in equipaggio con Chiara Calligaris e successivamente entrerà nello staff di Istruttori della Fraglia Vela.

Sono passati 37 anni da quando la Fraglia ha organizzato il suo primo Campionato Italiano Finn e la soddisfazione di vedere un suo atleta sul podio del Campionato del 1998 è tanta. La costanza e la passione per lo sport della vela e in particolare per il Finn, premia un atleta emergente; si tratta di Michele Marchesini, che nel 2000 e 2001 si aggiudica per due volte consecutive la Medaglia d'Argento al Campionato Italiano ed entra a far parte della Squadra Olimpica Italiana.

L'attività dei fragliotti è in costante crescita così come l'attività agonistica organizzata. Ciò comporta la necessità di disporre di più spazio per l'organizzazione delle regate. Fù così, che, verso la fine degli anni 80', grazie alla disponibilità del Comune di Malcesine, la Fraglia Vela trasferisce l'organizzazione delle sue regate a Navene, dove può disporre di un piazzale di circa 11.000 mq. L'area, grazie all'opera incessante dell'instancabile Sandro Lombardi, oggi Consigliere, viene di anno in anno migliorata e attrezzata ed è in grado di ospitare le manifestazioni internazionali che la FIV e l'ISAF ci assegnano, tra cui il Campionato Europeo di Primavera Star, la Selezione Europea per le Olimpiadi Star, il Campionato Mondiale Master Finn, il Campionato Italiano Asso99, Surprise, First8, 420, Joker, Dart, sino ad arrivare al Campionato Europeo della classe olimpica 470 M/F nel 2000 e il Campionato del Mondo 49er (record assoluto di iscrizioni, 155) e Campionato Europeo Finn nel 2001.
Il 2001 è anche l'anno di Andrea Cucchi: il nuovo Socio della Fraglia si laurea Campione Italiano della classe Formula Windsurfing ed è sempre nei primi 5 in ogni classifica europea. La Fraglia nutre forti speranze in questo ragazzo milanese, gardesano di adozione, che, dalla sua, ha senz'altro l'età, grinta e volontà da vendere.
Trascorre difatti solamente un anno che Andrea si laurea Campione del Mondo Isaf a Marsiglia, è il luglio 2002 e precede solo di alcuni mesi la medaglia d’oro di Michele Marchesini al Campionato Italiano della classe Finn, organizzato a fine settembre a Cervia e l’ennesima vittoria della Centomiglia del Garda di Roberto Benamati, con “Principessa”.
L’anno si conclude nel migliore dei modi, per l’Albo d’Oro della Fraglia della Vela, grazie al successo al Campionato Nazionale Ufo o.d. di Marco Carletto con il suo “Calzedonia”.

La costanza negli allenamenti, le regate, il sacrificio porteranno Michele Marchesini alle Olimpiadi di Atene 2004, senz’altro il massimo risultato al quale un atleta possa ambire. Malgrado i risultati poco soddisfacenti, per Michele, Atene, rappresenterà un’esperienza irripetibile e unica, che pochi hanno avuto la fortuna di vivere in prima persona.

I lavori di costruzione della nuova sede, iniziati nel 2003, ridimensioneranno per un breve periodo l’attività organizzata, ma già a partire dal 2005, la programmazione sportiva ottiene una brillante accelerazione e il calendario regate si arricchisce nuovamente di manifestazioni internazionali di alto livello, come il Campionato del Mondo della classe H – Boat. Nel 2006, il 29 luglio, alla presenza di autorità, soci e simpatizzanti, la sede viene ufficialmente inaugurata ed è proprio nello stesso mese che una flotta di 200 Topper giunge a Malcesine per il Campionato Mondiale di Classe. Uffici, sala riunioni, servizi, spogliatoi, parcheggi sono ultimati ma sarà nel 2007 che la sede giungerà a completamento, arricchendosi dei servizi di bar ristorante e palestra. Proprio nello stesso anno, potendo disporre di un impianto sportivo di eccellenza, attrezzato di tutti i servizi necessari, la Fraglia Vela Malcesine organizza il Campionato Europeo della classe Star, nuovamente il Campionato del Mondo della classe Topper, il Campionato del Mondo della classe Mustoskiff, il Campionato Nazionale delle classi Protagonist e H22 e l’ormai nota tappa del circuito internazionale della classe RC44, che porterà a Malcesine nomi illustri della vela internazionale. Grazie all’ottima organizzazione e ospitalità ricevuta, nel 2008 gli RC44 ritornano di scena a Malcesine e con Russel Coutts, Sebastien Col, James Spithill, Larry Ellison, Dean Barker e Cameron Appleton protagonisti delle nostre regate, Malcesine ottiene una visibilità sulla carta stampata e sui media, come poche volte una regata velica riesce a fare.

Nel 2008 l’Albo d’Oro della Fraglia si arricchisce di una nuova medaglia d’Oro, gli emergenti ragazzi Vittorio Bissaro e Lamberto Cesari, vincono la classifica iridata del Campionato Europeo Hobie Tiger a Copenhagen e, vista lo loro determinazione e passione, la speranza di un posto alla prossime Olimpiadi, è concreta.

Siamo ai giorni nostri, anche quest’anno ci prestiamo ad affrontare una nuova stagione sportiva impegnativa, perseverando gli obbiettivi di 60 anni fa ma con un nuovo sogno nel cassetto: la realizzazione di un nuovo porto a sud dell’area, da destinare in esclusiva all’ospitalità delle imbarcazioni delle regate internazionali di altissimo livello.
Questa nuova avventura potrebbe rappresentare un nuovo libro della nostra storia, per la quale possiamo ringraziare tutti i componenti dei Consigli Direttivi e dei Presidenti che si sono succeduti dalla data della fondazione a oggi:

  • 1947 - 1969 Aldo CHIARAMONTI
  • 1950 Aldo PIFFERI
  • 1951 - 1955 Steno SOPRANA
  • 1956 - 1964 Albino BENAMATI
  • 1965 - 1976 Alvise BERTUZZI
  • 1977 Carlo BENAMATI
  • 1978 - 1980 Giuseppe GODI
  • 1981 - 1982 Alvise BERTUZZI
  • 1983 - 1990 Battista BARZOI
  • 1991 - 1992 Valentino TOBLINI
  • 1993 – 2003 Giovanni TESTA
  • 2004 – 2009 Giovanni TESTA

Buon vento.

Fraglia Vela Malcesine